Intervista a Luigi Conte, vice presidente vicario di Anasf - TESEO Newsletter

Edizione Giugno 2019 - speciale  EFPA Italia
Edizione Aprile 2019 - speciale
Vai ai contenuti

Menu principale:

News > Giugno 2019

Giugno 2019

Certificazione EFP, punto d’arrivo del consulente patrimonialeLuigi Conte, vice presidente vicario di Anasf

Intervista a Luigi Conte, vice presidente vicario di Anasf.

Il vice presidente vicario di Anasf, l’associazione dei CF che nel 2002 ha costituito EFPA Italia, parla dei rapporti con la fondazione.
Come vede Anasf il presente e il futuro della propria creatura, quell’EFPA Italia che in diciassette anni di vita è diventata la realtà di riferimento per la certificazione professionale dei consulenti finanziari.
La Newsletter di Teseo ne parla con Luigi Conte, vice presidente vicario Anasf e responsabile della formazione e dei rapporti con le Università.

Conte, parliamo subito del senso di EFPA per Anasf…
EFPA Italia rappresenta per Anasf il ponte sul futuro della professione.
La certificazione delle competenze è e sarà il marchio di fabbrica di chi nell’ambito della consulenza finanziaria vorrà distinguersi e vorrà puntare all’eccellenza.
Qual è la vostra valutazione del lavoro compiuto dal nuovo board di EFPA Italia?
La nuova governance di EFPA, pur operando in continuità con quanto realizzato sino ad ora, sta profondendo sempre maggiori sforzi per tenere il passo dei tempi relativamente agli stimoli che arrivano dal mercato, dai regulator e da tutti gli stakeholder. Una sfida importante è e resterà quella di stimolare la crescita delle competenze a vantaggio dei giovani consulenti finanziari e dei dipendenti bancari. La certificazione EIP a loro dedicata ne è concreta testimonianza.

Che margini di crescita ha ancora il sistema EFPA?
Prevedo numeri progressivamente crescenti per tutti i livelli di certificazione che EFPA esprime. In quanto i consulenti finanziari nel corso degli anni hanno sempre dimostrato grande dedizione e grande impegno nell’adeguare le proprie conoscenze e le proprie competenze all’esigenza della clientela.

Il tema del giorno è la trasformazione del consulente finanziario tradizionale in consulente patrimoniale. La certificazione EFPA può contribuire a tale cambiamento e in che senso?
Senza alcun dubbio la certificazione EFP rappresenta già oggi e in pieno il punto di arrivo di chi interagendo con clientela di elevato standing si misura costantemente con bisogni e aspettative proprie della consulenza patrimoniale, da quella finanziaria, a quella assicurativa-previdenziale, fino alla consulenza immobiliare, fiscale e successoria.

Anasf in collaborazione con l’Università di Teramo ha lanciato il primo corso di laurea in economia con indirizzo consulente finanziario di durata triennale. Avete previsto collegamenti con la certificazione EFPA?
Sì. In virtù della completezza del piano di studi del corso di laurea realizzato dall’università di Teramo è stato sottoscritto un accordo la stessa Università ed EFPA Italia. I laureati del corso triennale in Economia per consulenti finanziari dell’Università di Teramo che supereranno l’esame per l’iscrizione all’albo potranno beneficiare a richiesta della certificazione EIP, prima porta d’ingresso alle certificazioni di livello superiore che auspichiamo possano essere conseguite nel futuro della professione da tali giovani consulenti.
TESEO Srl - Capezzano Pianore - Camaiore (LU),
via Bocchette angolo via dei Fabbri Tel. 0584 338254 - 338275 Fax 0584 426196
Milano, via Rugabella, 1 - Tel. 02 801508 - E-mail: segreteria@teseofor.it - CF e P.Iva 00706110459

Copyright © 1999 - 2019 Teseo srl. Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu